Top Panel
Apri
Top Panel
donazioni sangue e plasma
sabato 28 gennaio 2012

Il 2011 ha registrato una lieve flessione nel totale delle donazioni di sangue e plasma.

L'analisi di questo dato negativo nei confronti dell'anno precedente riporta alla configurazione socio-geografica del nostro territorio. Un territorio montano, lontano dalle più agevoli "infrastrutture viarie", con una popolazione sempre più anziana che non può più donare, ed una popolazione giovane che trascorre la maggior parte del suo tempo lontano da questi centri, per i motivi più disparati. In primo luogo lo studio, senza dimenticare il lavoro che coinvolge soprattutto il trasferimento della residenza e quindi un abbandono totale delle aree su cui insistiamo. Non ultima la disponibilità di un medico che svolge la sua attività in forma di volontariato puro (non percepisce indennizzi e/o rimborso spese), che comunque deve essere integrata con la sua attività principale, quella di Medico di Medicina Generale.

Comunque, mantenere le "posizioni" per la nostra realtà significa crescere. Infatti il saldo tra i nuovi soci donatori e coloro che, per motivi diversi, non possono più donare è sempre negativo.

Alla fine comunque la cosa più importante è DONARE  (sangue, tempo, idee, comunicazione nelle scuole o nel tempo libero, sui luoghi di lavoro o della famiglia, nelle piazze o nelle strade).

donazioni_1990-2011.jpg

 
< Prec.   Pros. >